Essere incazzati e a volte dimostrarlo con un linguaggio colorito non significa essere fascisti ma esprimere democraticamente il proprio dissenso.Terrorizzare e militarizzare una popolazione in Val di Susa impedendole di manifestare contro un opera costosissima, inutile e dannosa come la TAV perché le cooperative rosse devono spartirsi gli appalti, insieme ai politici che dovrebbero rappresentare la sinistra, mi pare invece un atteggiamento molto fascista. Anche avvelenare il territorio a furia di inceneritori sempre con il bel consenso del piddimenelle, in tutte le regioni, e accusare di terrorismo ambientale chiunque vi si opponga quello si è da fascisti. Non si può rammaricare Bersani se molti cittadini vorrebbero finalmente capire chi ha trattato e tratta tutt’ora con la mafia e quindi appoggiano e sostengono i magistrati, venendo accusati di populismo giuridico.Se è un operazione per rastrellare un po’ di voti con la vecchia strategia del “chi non è con noi è un brutto brutto fascista” potrebbe anche ottenere l’effetto opposto. Magari molti elettori vorrebbero prima capire qual’è il programma del piddimenoelle, se ce l’hanno e poi decidere se votarlo o dare invece il voto al Movimento 5 Stelle.


1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *