rispettata la volontà popolare. Ma adesso niente ampliamento di Podere Rota”. Il deputato Segoni: “Una vittoria dei cittadini: ora avanti tutta con la strategia Rifiuti Zero”

Finalmente una buona notizia, la discarica di Le Borra non si farà, almeno fino al 2021 e probabilmente mai. Il MoVimento 5 Stelle è sempre stato impegnato per evitare che due discariche fossero aperte contemporaneamente in Valdarno. Ma sopratutto affinché non ne venissero realizzate di nuove, a cominciare da quella prevista nel territorio di Figline: “Continueremo a vigilare fino a quando non sarà ufficiale lo stop definitivo alla discarica di Le Borra. Non si pensi ad un ulteriore ampliamento, con conseguente prolungamento di vita, dell’impianto di Podere Rota”.

Anche il deputato M5S Samuele Segoni commenta la notizia, sottolineando la grande partecipazione popolare alla vicenda: “Il merito, taciuto dalla stampa, è soprattutto di una grande mobilitazione dal basso che ha coinvolto semplici cittadini, comitati, movimenti e alcune forze politiche.”

“I sindaci e gli altri politici che hanno rispettato la volontà popolare, di questi tempi si meritano sicuramente un plauso – sottolinea Segoni – ma ricordiamoci che, in un’Italia normale, questo dovrebbe essere il loro semplice dovere.”

Il MoVimento 5 Stelle pone l’attenzione sul futuro, perché situazioni come questa non si ripresentino nuovamente: “Rimane infatti ancora molto per cui batterci: l’alternativa alla discarica di Le Borra non deve essere un’altra discarica ma l’implementazione della strategia “Rifiuti Zero” che – non ci stancheremo mai di ricordare – è più sana, più economica e più vantaggiosa dal punto di vista occupazionale e tariffario” conclude il deputato Segoni, lanciando un messaggio per il prossimo futuro.

Quindi sarà premura del MoVimento continuare ad approfondire maggiormente le possibilità di applicazione in toto della strategia Rifiuti Zero: “Il primo passo nel Valdarno è stato compiuto con l’approvazione del protocollo di adesione del comune di Figline Valdarno, avvenuta su nostra proposta – riferisce il consigliere figlinese Andrea Davide Frallicciardi – Faremo di tutto per estendere l’adesione al nascente comune unico, perché riteniamo che l’impegno preso dal Consiglio Comunale di Figline debba riguardare tutto il futuro comune”.
Inoltre la strategia Rifiuti Zero sarà tra le proposte fondamentali che il Movimento 5 Stelle porterà in ogni comune che andrà alle elezioni nel 2014, come fondamento di sostenibilità ambientale e principale volano di rilancio dell’occupazione in tutta la vallata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *